Un ministero è per sempre – Istituzione dei ministeri del lettorato e dell’accolitato

Sarà la chiesa parrocchiale di santa Croce, a Bassano, ad ospitare la santa messa presieduta dal Vescovo Beniamino con l’istituzione a lettore di Alex Cailotto e l’istituzione ad accoliti di Paolo Allegro e Sebastiano Pellizzari.

Un passaggio importante, quindi, nel percorso dei tre seminaristi, che con l’accolitato e il lettorato ricevono «un ministero che viene impresso per sempre – spiega Paolo Allegro, 35 anni, originario di San Giorgio in Brenta, nel padovano (al centro nella foto) -. L’accolito si occupa della distribuzione dell’eucarestia e della preparazione dell’altare. Ma a differenza del ministro straordinario dell’eucarestia, il servizio dell’accolito non è temporaneo e non è in funzione di una sola parrocchia. Nel cammino verso il presbiterato diventare accolito mi dà la consapevolezza di cosa significhi vivere un ministero che eserciti per sempre e ovunque».

«Quando racconto che riceverò il lettorato tanti mi dicono “ma non leggevi già in Chiesa?” – racconta Alex Cailotto, 27 anni di Cornedo (a sinistra nella foto)-. Ma proclamare la Parola di Dio è solo la parte visibile di un servizio che si radica in un rapporto intimo e personale con la Parola. Un ministero come quello del lettorato è un dono che si riceve – prosegue Alex, che l’8 maggio dello scorso anno ha celebrato il rito di ammissione tra i candidati agli ordini -. Eucarestia e Parola sono le cose più importanti che la Chiesa possiede, e sono quelle che ci vengono affidate».

«Al di là della bravura personale, un ministero è un dono – aggiunge Sebastiano Pellizzari, 25 anni, originario di Madonnetta di Arzignano (a destra nella foto) -. Diventare accolito rappresenta una tappa importante del mio cammino. Mi dice che il ministero non è qualcosa che teniamo per noi stessi, che non può esserci ministero al di fuori dal servizio e che siamo chiamati ad impegnarci per una chiesa locale». La parrocchia di Santa Croce che ospiterà la messa del 6 aprile è, tra l’altro, quella in cui Sebastiano sta svolgendo il suo “tirocinio” pastorale. «Sto vivendo un’esperienza molto feconda – racconta -. Sono arrivato qui in ottobre, ho trovato una comunità vivace e una bella comunità di preti. È come stare in una famiglia».

articolo pubblicato su La voce dei Berici

 

Damiano: da lassù sempre con noi …

«Perché avete paura? Non avete ancora fede?» (Mc 4, 40)

Sì, forse anche noi abbiamo paura nel tempo difficile che stiamo vivendo: ma il Signore non smette di guidarci e Damiano non smette di accompagnarci.

E’ grande il nostro desiderio di ritrovarci insieme per rinsaldare la nostra fede e la nostra amicizia, certi che la Parola di Dio ascoltata e il Pane di Vita condiviso faranno germogliare frutti di bene nella vita di ciascuno di noi.

Per dare a tutti coloro che lo desiderano la possibilità di riunirci in sicurezza quest’anno per ricordare Damiano Iannascoli celebreremo la S.Messa non in Seminario sabato 29 gennaio, giorno del 7° anniversario della sua Nascita al Cielo, ma martedì 29 marzo alle ore 19.00 nella chiesa parrocchiale di San Pio X di Vicenza.

Saremo vicini alla sua famiglia per vivere insieme nella fede e nella speranza questa celebrazione, che rivela come Damiano continui a camminare al nostro fianco, accompagnando la nostra vita con il suo generoso esempio.

L’invito è rivolto a tutti, anche a chi non ha conosciuto Damiano personalmente ma attraverso le testimonianze che nei sette anni trascorsi hanno dato i suoi familiari ed amici. Da lassù una luce ci è vicina e custodisce i nostri passi: dacci la forza, o Signore, di guardare a Damiano con gratitudine per il bene da lui ricevuto, di sostenere la sua famiglia con la nostra vicinanza e amicizia e di testimoniare con amore e fedeltà questa preziosa eredità.

Con speranza, vi attendiamo il 29 marzo, a San Pio X alle 19.

Grazie di cuore!

 

Gli amici del Seminario