Museo

Il sapere è anche sperimentazione e osservazione

La sala di fisicaÈ costituito di cinque ampie sale di circa 90 mq ciascuna, con scaffalature e vetrine espositive ottocentesche sia alle pareti, sia, a forma di leggio, al centro-sala. Le stanze, adibite in origine a laboratori scolastici sono state recentemente ristrutturate, aggiungendone una ricavata da un attiguo appartamento, e sono state dotate di tutti gli impianti necessari per l’apertura e fruizione del pubblico. Anche la mobilia ottocentesca è stata accuratamente restaurata.

Vi è inoltre una sesta sala approntata per l’accoglienza dei gruppi di visitatori e lo svolgimento di attività didattiche appropriate da svolgere in concomitanza con la visita al Museo. I reperti esposti sono frutto in parte di una serie di acquisti e in parte di donazioni che hanno interessato il Seminario nella sua storia plurisecolare.

SALA: FISICA

La sala permette di vedere in esposizione più di 1.000 pezzi riguardanti praticamente tutte le branche della Fisica, così specificate:

• Alcuni strumenti del 1600 accertati dai relativi punzoni del costruttore.

• Parecchi strumenti del 1800 costruiti da artigiani locali.

• Molti strumenti del 1800 di costruzione industriale, alcuni ancora perfettamente funzionanti.

• Microscopio “Koristka” appartenuto al Vescovo di Vicenza mons. Ferdinando Rodolfi.

• Armille del primo periodo del 1800.

• Molti strumenti del 1900.

SALA: STRUMENTI OTTICI E DI COMUNICAZIONE

La sala oltre ad una ben fornita Biblioteca Scientifica con circa 900 volumi e centinaia di Fascicoli Scientifici si caratterizza anche per:

• Macchine Fotografiche antiche con relativi accessori per la stampa.

• Strumenti ottici di recente fabbricazione.

• Apparecchi radio e apparecchi telefonici antichi con relativi accessori.

• Macchine per proiezioni cinematografiche Prevost con accessori, donazione del Centro Cinema Diocesano.

• Materiale antico dell’ex laboratorio di Chimica.

• Cannocchiale dono della Regina Margherita di Savoia a don Francesco Faccin (1908).

• Orologio del 1700 dell’ing. Ferracina.

• Barometri antichi.

SALA: ZOOLOGIA, BOTANICA, ETNOLOGIA

La sala ci permette di vedere:

• Raccolta entomologica “Disconzi”: 17 scatole recentemente restaurate di grande interesse.

• Una collezione di oltre 400 esemplari di uccelli imbalsamati.

• Una consistente serie di rettili e mammiferi imbalsamati o conservati in alcool.

• Una interessante collezione di conchiglie.

• Una interessante collezione di alghe, licheni, legni, ecc.

• Una collezione farmacologica antica (1700-1800).

• Una collezione etnografica di vari paesi soprattutto dell’America del Sud e dell’Africa.

• Crani, denti, corna ecc. di vari animali esotici.

La sala di zoologia

SALA: MINERALI, FOSSILI, ROCCE

In essa sono esposti:

• Più di 1000 minerali, alcuni molto rari e significativi.

• Una collezione di rocce con circa 600 esemplari, compresi marmi delle cave del vicentino.

• Collezioni di fossili dal Carbonifero al Quaternario. Particolarmente importanti i fossili di Bolca, di Salcedo, del torrente Chiavon e di Rotzo (Ittioliti e Filliti).

• Una collezione di granchi di Salcedo, del Chiavon, di altre località del Vicentino.

SALA: “MONS. PIETRO GIACOMO NONIS”

La maggior parte dei reperti in esposizione in questa sala (esclusi gli erbari) è dono del Vescovo di Vicenza mons. Pietro Giacomo Nonis. Essa contiene inoltre, in misura più contenuta, una miscellanea di altri reperti di donatori diversi. Segnaliamo:

• Una collezione di minerali, molti dei quali particolarmente significativi.

• Una collezione di fossili, dal Cambiano al Quaternario, con trilobiti, pesci del Brasile, del Libano, della Germania, grandi ammoniti, ecc.

• Alcuni fossili di Bolca.

• Una collezione di conchiglie, coralli e animali imbalsamati.

• Una serie di 5 erbari (uno della prima metà del 1800) a cui si aggiungono alcuni erbari frutto delle raccolte degli alunni del Seminario del 1924.

 

Apertura al pubblico

Su appuntamento: tel. 0444.501177
Direttore responsabile: Prof. Mons. Giuseppe Dalla Costa

Come raggiungerci

c/o Seminario Vescovile di Vicenza
Borgo Santa Lucia, 43
36100 - Vicenza
tel 0444 501177 (centralino)

Trasporto pubblico: Bus n. 2, 9, 11 AIM (fermata: Viale Rodolfi)