Sabato 14 e domenica 15 aprile in Seminario si respirava (e soprattutto si sentiva) un’aria di festa e di gioia che attraversava i lunghi chiostri, i cortili, gli ambienti di vita al 3° e 4° piano…

Cinquanta ragazzi dalla 4ª elementare alla 3ª media hanno condiviso un’esperienza molto bella di gioco, di attività, di condivisione, di gratuità… dove gli ingredienti principali erano due: conoscere quell’Amico Gesù che ogni giorno è vicino ai nostri passi e, insieme, creare quello spirito di gioia e amicizia tra tutti i ragazzi.

Due proposte vocazionali hanno trascorso questo fine settimana insieme in Seminario: da una parte i ragazzi dei Chiamati per Nome che da novembre si trovavano una domenica al mese, per conoscere sempre di più questo luogo così speciale e, dall’altra, i seminaristi del Cammino vocazionale Davide, i quali, si incontrano un sabato-domenica ogni mese.

Da qualche anno, allora, in aprile, questi due cammini, che si ritrovano in domeniche distinte nei mesi precedenti, vivono questa uscita in Seminario insieme e, in modo particolare, l’esperienza del Cammino vocazionale Davide si fa conoscere ai nuovi ragazzi dei Chiamati per Nome, affacciati da poco in Seminario.

L’attesissima partita di calcio e i giochi a stand preparati il sabato pomeriggio hanno creato fin da subito un clima carico di entusiasmo tra tutti i ragazzi… un inizio da incorniciare, meraviglioso.

Sembrava stessero insieme da sempre: fin da subito grande spirito di amicizia, di impegno, di curiosità… per ogni attività condivisa con loro.

I ragazzi del Cammino Davide che conoscevano meglio il Seminario sono stati proprio dei “fratelli maggiori” nell’aiutare gli altri tra i vari spostamenti (il Seminario può essere un labirinto per chi lo conosce poco), negli orari, nell’utilizzare gli strumenti della preghiera…

La serata pizza, che il nostro invidiato cuoco Stefano ha preparato, ha dato quel tocco in più a una giornata indimenticabile… rimarrà impressa davvero nel cuore dei ragazzi.

La domenica mattina abbiamo lavorato in due gruppi, su due temi particolari: un primo gruppo si è fermato sulla parabola dei talenti (Mt 25,14-30) con attività-gioco e riflessioni, mentre il secondo gruppo ha lavorato sulla virtù della carità (1 Corinzi 13).

L’Eucarestia del pomeriggio assieme a tutte le famiglie, ai ragazzi, a noi educatori, prefetti del Seminario è stata l’occasione per trasformare in un Grande Grazie innalzato al Signore Gesù quanto condiviso insieme.

Sarebbero moltissime le cose da raccontare, ma crediamo bello da queste righe trasmettervi innanzitutto l’immensa felicità raccolta dai volti di tutti i ragazzi e dei genitori.   

                                                                                         Gli educatori del Seminario