Seminario Maggiore

«Ecco, come l'argilla è nelle mani del vasaio, così voi siete nelle mie mani» (Ger 18,6)

Carissimi lettori qualche giorno fa noi seminaristi del biennio di teologia, dopo una dura ed estenuante sessione di esami, abbiamo intrapreso un piccolo viaggio per conoscere una città italiana: Napoli! Il racconto di questo viaggio è scritto a due mani: io vi racconterò il fascino e la bellezza di Napoli e invece Emanuele vi racconterà l’esperienza a Scampia.

La sera di venerdì 09 febbraio, nell'ultima settimana di Carnevale, noi seminaristi del Biennio abbiamo avuto un semplice e cordiale momento di festa con il nostro vescovo Beniamino. Con ll vescovo condividiamo diverse esperienze, alcune più formali, altre più fraterne, come ad esempio l'imminente pellegrinaggio in Terra Santa che quest'anno compiremo nella settimana successiva alla Pasqua. Sono sempre belle occasioni per conoscerci meglio e costruire fraternità fra noi. 

«Ascolta!»: è questo il tema scelto quest’anno per la giornata del seminario. Sembra una cosa facile ascoltare; è una parola che sentiamo da quando siamo piccoli: ascoltare la mamma, il papà, ascoltare la maestra che spiega e così via…credo però che dentro l’orizzonte della fede, in modo particolare per chi sta camminando in seminario, ma non solo, ci sia una dimensione più profonda dell’ascolto: ascoltare non è solo udire, ma anche accogliere.

A fine novembre dell’anno scorso il biennio della comunità teologica di Vicenza è stata in uscita formativa, un paio di giorni, in Lombardia per conoscere da vicino i luoghi dove hanno vissuto due sacerdoti importanti della diocesi di Cremona, don Primo Mazzolari e don Luisito Bianchi.