Nella pausa tra la fine della sessione esami e l’inizio delle lezioni, quest’anno la comunità di Teologia, ha pensato di fare un viaggio a comunità riunita biennio e triennio. Le proposte erano tante ma la suggestiva Lisbona è stata una di quelle città che ha colpito tutti.

Venerdì 14 febbraio siamo partiti dall’aeroporto di Bergamo e ci siamo diretti con il volo Ryanair a Lisbona. La sera stessa ci siamo sistemati nell’ostello situato nel quartiere di Bairro Alto, nella parte alta della città e siamo stati a cena fuori. Il giorno successivo ci siamo trasferiti in tram a Belem dove abbiamo visitato la Torre Belem e il monumentale Monastero dos Jeronimos, mentre nel pomeriggio abbiamo visitato il centro storico tra cui la Praça do Comercio e il castello de Sao Jorge.

Domenica siamo stati, per un breve pellegrinaggio, a Fatima, luogo delle apparizioni di Maria a tre giovani pastori nel 1917. All’arrivo siamo stati accolti dall’immensa “Basílica da Santíssima Trindade”, costruzione nuovissima inaugurata nel 2007, per accogliere le migliaia di pellegrini che vogliono assistere alle celebrazioni liturgiche. Dopo il rosario multilingue nella “Capelinha das Aparições”, siamo entrati nel Santuario dove sono poste le tombe dei pastorelli Giacinta, Lucia e Francesco a cui comparve la madre di Gesù. Dopo il pranzo insieme e un po’ di tempo libero, abbiamo avuto un incontro con padre Jorge Faria Guarda, vicario generale della Diocesi di Leira-Fatima che ci ha poi accompagnati nei luoghi mariani legati alle apparizioni. L’incontro con padre Jorge ci ha immersi nella storia di questo luogo e ci ha fatto sentire la grande devozione delle persone legate a questo santuario. Oltre a padre Jorge, significante è stato l’incontro con il cardinale di Fatima, António Augusto dos Santos Marto.

Lunedì mattina abbiamo celebrato la messa presso la Chiesa della Madonna di Loreto, sede della comunità italiana officiata dai padri Dehoniani. Poi abbiamo proseguito la visita alla città con il Museo archeologico do Carmo, la Baixa, Sé Patriarcal che è la cattedrale di Lisbona, e altri luoghi significativi come il Parco Eduardo VII. Nel pomeriggio ci siamo divisi in vari gruppi, ciascuno scegliendo cosa gli interessava visitare.

Appuntamento gradito dalla comunità erano gli assaggini della “Ginjinha” chiamata anche semplicemente Ginja, un liquore prodotto dall’infusione delle amarene nell’alcool con l’aggiunta di zucchero e altri ingredienti. Deliziosi ai nostri palati erano anche i famosi “Pasteis de nata”, piccole tortine di sfoglia farcite con una crema speciale che durante la cottura in forno, crea uno strato caramellato che caratterizza questi dolcetti. Da provare anche con una spolverata di cannella e/o zucchero a velo!

Nella mattinata del martedì ci siamo recati all’aeroporto di Lisbona per tornare verso Bergamo, arrivando il pomeriggio in seminario. Questa uscita di comunità è stata per tutti noi un bel momento di svago, importante per ripartire con il secondo semestre di corsi in Facoltà.