La nostra comunità di Teologia ha potuto sperimentare la piovosità di Maggio, in occasione del torneo di calcetto tra Seminarî maggiori del Triveneto, programmato per il 13 di quel mese, a Rovigo. Appunto, programmato, ma non svoltosi, a causa delle abbondanti piogge cadute nei giorni prevî e che incombevano ancora: potete immaginare la delusione di quanti tra noi sono giocatori di calcio incalliti, ma anche il grande sollievo di quelli che sono “diversamente sportivi”. Il cambio di programma, comunque, non ha impedito che si svolgesse l’incontro tra seminaristi e, così, dopo le ordinarie lezioni in Facoltà teologica a Padova, ci siamo recati nel Polesine, dove, al posto delle attività motorie, ci siamo dedicati a quelle culturali. Infatti, il Seminario di Rovigo ha organizzato varie escursioni nel capoluogo ed ogni ospite era libero di partecipare a quella che reputasse più interessante. Come vicentini, godevamo di meno scelta, in quanto eravamo già stati a Rovigo qualche mese fa, nella tradizione di un legame tra i nostri due Seminarî che dura da qualche anno. Comunque, è stata l’occasione per poter visitare qualche chiesa meno nota, la pinacoteca, il centro Caritas, la biblioteca, etc. Poi, tutti i partecipanti si sono ritrovati nel Duomo, per i Vespri e la Messa, presieduti dal vescovo Pavanello. Affaticati dalla giornata spiritual-culturale, ci siamo, infine, potuti ristorare nel Seminario ospitante, dove la cena si è svolta in clima di allegria, tra incontri di vecchi amici, nuove conoscenze e canti friulani. Nel rispetto delle tradizioni, però, la serata non poteva concludersi senza le premiazioni: sì perché, anche se non in base ai risultati calcistici, è stata proclamata una classifica (con tanto di consegna di coppe), basata ironicamente sull’ordine di arrivo a Rovigo. Così, il Seminario di Vicenza è tornato a casa con un buon quarto posto, ma sicuramente avrebbe raggiunto il podio, se non si fosse attardato con il pranzo a Padova. Comunque, non temete: per l’anno prossimo ci alleneremo meglio.