…Ma cosa fa un seminarista tutto il giorno?  

Iniziamo oggi a rispondere ad una parte di questa domanda, mettendo a fuoco uno dei pilastri sacri del nostro vivere. Accanto alla preghiera e alla vita di comunità una quantità non indifferente del nostro tempo ed energie è legato alla FTTr, ossia alla Facoltà Teologica del Triveneto, dove andiamo ogni mattina per frequentare le lezioni. 

 

FTTr sarebbe??? 

Forse qualcuno si sarà già immaginato una specie di esclusivissima “università per preti”, in cui si aggirano soli uomini, ma in realtà non è niente di tutto questo! La Facoltà, che ha sede a Padova e che ogni giorno raggiungiamo a bordo del nostro mitico pulmino, è un luogo di incontro e formazione aperto a tutti coloro che desiderano approfondire la fede e non solo. Con noi, infatti, studiano altri seminaristi, laici, suore, frati e persone di tutte le età, da chi ha appena concluso le scuole superiori fino agli anziani, insomma, un bello spaccato di umanità. 

 

Cosa si studia in FTTr?

Davvero un sacco di cose diverse! Il primo ciclo di studi (Ciclo Istituzionale) che noi stiamo frequentando, e che ha come meta il baccellierato, richiede 5 anni di corsi… e di esami. I primi due anni vedono una concentrazione di corsi filosofici (come storia della filosofia antica, medievale, moderna e contemporanea, filosofia morale, metafisica, etc…) con qualche corso con taglio teologico (teologia fondamentale, patrologia, …) mentre il triennio prevede lo studio dell’esegesi biblica, della storia della chiesa, del diritto canonico e di tantissime discipline teologiche diverse (per i più curiosi segnaliamo questo utile link! http://www.fttr.it/offerta-formativa/percorso-di-teologia/ciclo-istituzionale/presentazione-1-ciclo/).

 

Ben oltre l’accademico

Guardare alla Facoltà solo come ad un luogo di studio è certamente riduttivo. A fare la differenza, infatti, sono le relazioni buone e genuine che tutti i giorni possiamo gustare, respirando tra i banchi non solo la dolcezza del conoscere e dello scoprire, ma anche quella delle amicizie che negli anni nascono e si consolidano, in uno stare gomito a gomito in cui la comune fatica (perché, sì, ci sta anche quella!) si fa sostegno reciproco. La Facoltà è anche un luogo di testimonianza, in cui vivono persone con storie di fede e di conversione incredibili che danno tanto coraggio e speranza a tutti noi che ci stiamo interrogando sul nostro cammino con Dio. E poi non c’è nulla di più bello e gratificante di poter conoscere più a fondo Colui di cui si è innamorati, e tanto più ci lasciamo innamorare tanto più desideriamo approfondire il Suo Mistero. 

 

Alla prossima settimana, puntuali per il prossimo articolo sul seminario e la vita di chi lo vive!