Comunità

Tutti gli articoli del Seminario

«Andando oltre (Gesù), vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedeo, loro padre, riparavano le reti, e li chiamò.

Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono». (Mt 4,21-22)

 

È un piccolo “estratto vocazionale” del vangelo di Matteo che ascolteremo nella prossima Giornata del Seminario sabato 21 e domenica 22 gennaio, terza del Tempo Ordinario.

Quel passaggio di Gesù lungo la riva del lago di Tiberiade, i suoi occhi posati su Giovanni e Giacomo, come poco prima su Andrea e Simone, colgono molto più che semplici pescatori; e in questa cornice quotidiana e feriale, Gesù chiama a seguirlo, chiama a diventare suoi discepoli e amici e invita a un cammino tutto nuovo, che da qui in avanti, questi fratelli inizieranno.

E ancora oggi avviene così: Gesù attraversa le rive della nostra vita e della nostra quotidianità e chiama a seguirlo, chiama a diventare suoi discepoli perché ha un sogno su ognuno di noi da realizzare.

La Giornata del Seminario in programma in tutte le nostre comunità cristiane diventi occasione per sensibilizzare tutti i fedeli a riflettere e meditare sulla vocazione e sulla chiamata.

Il Seminario è il cuore pulsante della nostra diocesi da dove ogni anno partono i nuovi preti a servizio delle nostre parrocchie e unità pastorali.

Preghiamo in questa giornata dedicata al Seminario per le vocazioni sacerdotali e religiose, affinché il Signore non faccia mai mancare giovani generosi che sanno scegliere con coraggio Gesù nella loro vita e, infine, ci affidiamo anche al vostro sostegno concreto perché da sempre questo luogo si sorretto grazie alla carità e all’aiuto di tutti voi.

“Andate” è il nostro slogan di quest’anno del Seminario e vuole diventare davvero l’augurio più bello rivolto a tutti, affinché possiamo correre con gioia dietro l’esempio di Gesù e crescere nella sua amicizia.

Buona Giornata del Seminario a tutti.

 

Clicca qui per la scheda liturgica per l’animazione della celebrazione eucaristica.

 

Le Famiglie, i Seminaristi e i Preti del Seminario   

Con il mese di ottobre iniziano le tradizionali Giornate del Ministrante nei diversi vicariati o zone della nostra diocesi.

È un appuntamento ormai arrivato alla sua 16ª edizione, che vede radunarsi in diverse zone o vicariati tanti ragazzi, i quali ogni domenica condividono il prezioso servizio all’altare nelle loro comunità cristiane.

Dal 02 al 09 aprile, la Comunità di Teologia del Seminario di Vicenza, la Comunità Vocazionale "Il Mandorlo" e la Comunità di Teologia del Seminario di Chioggia sono state coinvolte nel pellegrinaggio in Terra Santa. Siamo stati guidati da mons. Adriano Tessarollo, vescovo di Chioggia, e accompagnati dagli educatori e da mons. Beniamino Pizziol, vescovo di Vicenza.

Nei prossimi articoli cercheremo di raccontarvi "a puntate" un po' del nostro viaggio, descrivendo le cose viste nei diversi giorni e provando a restituirvi qualcosa di quanto abbiamo vissuto in questa esperienza.

"Chi ha conosciuto la gioia dell ’incontro col Cristo non può tenerla chiusa dentro di sé ma deve irradiarla. Che Pasqua sia per te soltanto uno dei momenti più significativi per diffondere Dio e il suo messaggio.”

(Giovanni Paolo II)

Carissimi lettori qualche giorno fa noi seminaristi del biennio di teologia, dopo una dura ed estenuante sessione di esami, abbiamo intrapreso un piccolo viaggio per conoscere una città italiana: Napoli! Il racconto di questo viaggio è scritto a due mani: io vi racconterò il fascino e la bellezza di Napoli e invece Emanuele vi racconterà l’esperienza a Scampia.

La sera di venerdì 09 febbraio, nell'ultima settimana di Carnevale, noi seminaristi del Biennio abbiamo avuto un semplice e cordiale momento di festa con il nostro vescovo Beniamino. Con ll vescovo condividiamo diverse esperienze, alcune più formali, altre più fraterne, come ad esempio l'imminente pellegrinaggio in Terra Santa che quest'anno compiremo nella settimana successiva alla Pasqua. Sono sempre belle occasioni per conoscerci meglio e costruire fraternità fra noi.