che cos'è

  • Il Quadriennio

    “Quadriennio”: nome artificioso che vuole indicare la seconda parte dell’iter formativo che ci prepara più specificatamente ad essere ordinati preti per la nostra Chiesa di Vicenza. Ma come avviene questa preparazione? Anni di silenzio e meditazione? Studio di strane discipline esoteriche? No, è tutto molto più semplice! Anzitutto ci prepariamo ad essere preti attraverso una forte esperienza di vita comune: alcuni in Seminario, altri già in parrocchia con i loro preti. Coltiviamo il rapporto con il Dio di Gesù attraverso la preghiera, fatta assieme ma anche personalmente. Pian piano affiniamo la nostra disponibilità attraverso gli incontri con l’educatore che ci segue e con il padre spirituale. Perché le nostre giovani menti non rimangano disabitate affrontiamo lo studio della teologia, che è la riflessione critica sull’esperienza della fede cristiana. Per imparare a voler bene alla nostra Chiesa anche noi abbiamo in programma un tirocinio, uno “stage”: lo viviamo nella parrocchia o nell’unità pastorale che ci viene indicata, tutti i fine settimana o, per alcuni, addirittura tutti i giorni. E lì cosa facciamo? La prima risposta è: condividiamo. La vita della comunità e dei preti che l’accompagnano, per quanto possibile; le loro gioie e fatiche, gli entusiasmi e le pesantezze. Inserendoci nel loro cammino, impariamo lo stile del pastore, modellato sul Pastore buono che è Cristo: stile che prende spunto dai preti cui siamo affidati, ma che in ciascuno di noi si declina in un modo tutto personale. E poi accompagniamo in maniera più diretta una precisa realtà parrocchiale: un gruppo giovanissimi o un gruppo scout, il gruppo chierichetti o gli animatori…

    Come ogni itinerario che si rispetti, anche quello per diventare preti prevede le proprie intertappe: sono particolari ministeri, cioè incarichi ecclesiali, che ci vengono affidati perché con gradualità ci appropriamo di quelle dimensioni che stanno a fondamento della vita presbiterale. Così nel quarto anno il vescovo ci istituisce lettori, affidandoci alla Parola di Dio e chiedendoci di esserne testimoni e annunciatori. Sempre nel quarto anno veniamo invitati ad approfondire il rapporto con l’Eucaristia attraverso il ministero dell’accolitato, che ci abilita al servizio all’altare e a distribuire la comunione, in particolare ai malati che non possono partecipare alle celebrazioni. Al termine del quinto anno il vescovo ci ordina diaconi, letteralmente “servitori”, perché impariamo a far nostro lo stile di Gesù, che per amore si fece ultimo e servo di tutti. Su queste esperienze si radica quindi l’ordinazione presbiterale, termine di questo percorso e nuovo inizio, che ci rende segni della cura di Cristo verso la sua Chiesa.

    Basta così? No, ci sarebbero moltissime altre esperienze di cui parlare: il servizio come prefetto, cioè aiuto-educatore, nel Seminario Minore; il mese di condivisione in collaborazione con la Caritas, in realtà come una casa-famiglia, un carcere, una comunità di recupero; quanto ognuno di noi vive durante l’estate, facendo campi scuola, lavorando,… Veramente il prepararci a diventare preti è un percorso ricco, che ci fa maturare perché anche noi possiamo aiutare a crescere quanti incontreremo sul nostro cammino! 

     

  • La comunità vocazionale "Il Mandorlo"

    “Il Mandorlo”: così si chiama la comunità vocazionale della nostra Diocesi di Vicenza, dove passano giovani in ricerca che si interrogano sul proprio cammino, nell’attenzione ai segni che Dio pone nella loro vita, interrogandosi sulla possibilità di seguirlo sulla via del ministero del prete.

     

     

    Il Mandorlo è uno spazio

    È una comunità vocazionale residenziale, una casa che accoglie giovani che desiderano verificare l’autenticità della vocazione al presbiterato. A partire da quest'anno trova una nuova collocazione negli ambienti della parrocchia di Santa Caterina, in Contrà Santa Caterina 13, a Vicenza, accanto al Centro vocazionale diocesano Ora Decima.

     

    Il Mandorlo è un tempo

    È la proposta di un cammino formativo di solito annuale che accompagna in modo mirato a maturare una libera scelta di entrare nella comunità di Teologia del Seminario Maggiore.

    La specificità di questo percorso si basa su alcuni elementi di fondo:

    • la  preghiera, sia personale che comunitaria;
    • lo studio di alcune materie scolastiche di Teologia;
    • una intensa vita comunitaria dal lunedì al sabato;
    • un servizio di carità e di prossimità;
    • un cammino formativoche prevede incontri con l’educatore, visite e conoscenza di realtà e comunità parrocchiali della nostra Chiesa diocesana;
    • un cammino spirituale personale sotto la giuda di un padre spirituale, e comunitario con alcuni ritiri e tempi di riflessione e preghiera.

     

    Infine il Mandorlo vuole essere una comunità di riferimento e accoglienza dove ragazzi in ricerca vocazionale possono sostare (alcuni giorni o settimane intere), con la possibilità di confronto con i membri residenti e un cammino di accompagnamento personale con il responsabile della stessa comunità. 

     

    La preghiera mensile con i giovani "Venite e vedrete"

    La comunità propone ai giovani un itinerario di preghiera, il venerdì sera, una volta al mese e una settimana residenziale di condivisione; ecco le date di quest'anno:

    La preghiera “Venite e vedrete”, ore 20.45, nella cripta di Santa Caterina:

    Venerdì 14 ottobre

    Venerdì 11 novembre

    Venerdì 9 dicembre

    Venerdì 20 gennaio

    Venerdì 10 febbraio

    Venerdì 10 marzo

    Venerdì 7 aprile

    Venerdì 12 maggio

     

     La settimana di condivisione “Venite e vedrete”, da 2 all’8 aprile 2017.

     

    Inoltre i giovani del Mandorlo danno la disponibilità ad animare liturgie ed incontri di gruppi giovanili nelle varie parrocchie della diocesi o ospitandoli in comunità.

     

    La lectio divina settimanale con i giovani 

    Ogni martedì, dalle 18.00 alle 19.30, condividiamo coi giovani che lo desiderano l'ascolto e la preghiera a partire dal Vangelo della domenica successiva. Dopo l'incontro c'è la possibilità di fermarsi per la cena insieme.

     

     

    Naviga sul menù a tendina a Sinistra per scoprire tutte le nostre attività, leggere i nostri articoli, scaricare la lectio settimanale e le nostre preghiere mensili Venite e Vedrete.